Wrap-up letture di Marzo 2019: Piccolo porco capitalista – Sofìa Macìas

Buona Domenica!

Se anche tu ti sei chiest* tante volte come risparmiare o semplicemente ti sei post* la domanda: “Come fanno le persone a guadagnare di più?” senza ricevere una risposta sensata(oltre a quella “lavorano di più“), credo che questo libro faccia a caso tuo.

Io personalmente cerco costantemente di risparmiare, di stipulare un budget e rispettarlo perché lavoro stagionalmente o comunque sempre poco e con quello che guadagno, devo essere sempre pronta a affrontare i periodi di magra.

Questo libro mi ha dato tanti spunti, mi ha spiegato come funzionano i piani di investimento o semplicemente dato nozioni sulle pensioni integrative mutui e tassi di interesse.

Un testo da non leggere solo una volta, ma da tenere a portata di mano in modo tale da consultarlo ogni volta che se ne ha bisogno.

No, non è uno di quei libri “Come vivere con 5 euro al giorno” e poi costa 9 euro(LOL), anzi è molto realista, l’approccio molto fresco e l’uso dei termini vengono spiegati nel modo più chiaro possibile.

Inoltre, tutti i dati a cui si fa riferimento(leggi, grafici e statistiche,addirittura link ecc.) sono quelli italiani.

Come sempre, puoi decidere di iniziare a risparmiare qualcosina acquistandolo NUOVO in offerta oppure cercare la versione “vintage”(ovvero usata😉). In entrambi i casi lo trovi cliccando il link sottostante!

Piccolo porco capitalista- Sofìa Macìas
Piccolo porco capitalista- Sofìa Macìas- Amazon.it

 

Ti ricordo ovviamente di leggere anche il blog post How-to: come risparmiare sui libri – Ebook e cartaceo e di farmi sapere cosa ne pensi!

 

A presto, Gio Notabuono• #datewithaunicorn

How-to: come risparmiare sui libri – Ebook e cartaceo

Quando ami leggere, hai difficoltà nel visualizzare quello che comporta farlo: accumulo, acquisto, scaffali riempiti e traboccanti(ti viene in mente qualcosa?!😂Il magico potere del riordino: il metodo Konmari funziona davvero?)

E’ un dispiacere vederli lì, ammucchiati da una parte e non avere altro posto!

Un altro (chiamiamolo così!) “inconveniente” è il costo.

Come faranno i divoratori seriali a risparmiare?”

Qualche anno fa non ci pensavo minimamente, poiché il mio ritmo di lettura era calato molto, ma a fine 2016 ho ricominciato a leggere e mi sono imposta un numero tot libri anno per anno.

Ma dove metterli? E soprattutto, come faccio a comprarli senza sperperare tutti i miei averi?

Bene, ho escogitato un piano di azione e devo dire che per ora ha decisamente funzionato 😍

  1. Biblioteca: quando ero piccola non lavoravo e purtroppo avevo pochi soldi a disposizione, quindi prendevo i libri in prestito dalla biblioteca del mio comune. Ho ripreso questa abitudine e trovo comodissimo il catalogo on-line che mi permette di cercare titoli direttamente da casa mia, così sono sicura di non fare “viaggi a vuoto”;
  2. .. e quando la biblioteca non dispone del materiale che cerco? Chiedo tra gli amici oppure me lo faccio regalare per una determinata occasione(compleanno, Natale ecc).
  3. .. e se decido di acquistarlo?Beh, ci sono due alternative: cartaceo o ebookAmazon è il connubio perfetto, posso scegliere, se disponibile, tra i due formati e rispetto alle copie in negozio costa sempre qualcosa in meno.
  4. Ebook online: sparsi per il web ci sono diversi siti che mettono a disposizione ebook gratuiti;
  5. Il mercatino dell’usato: non è facile che il mercatino fisico della città lo abbia, ma on-line trovi anche copie usate in ottimo stato. Personalmente mi sono trovata bene con il venditore SWAGO SRL su Amazon;

Ti piace leggere? Quali misure hai adottato per continuare a farlo senza incombere alla mancanza di spazio e/o a grandi spese?

Se conosci altri metodi che non ho scritto, ti prego assolutamente di farmeli sapere!!!!!!

A presto, Gio Notabuono · #datewithaunicorn

Wrap-up Letture di Dicembre 2018:Il tuo anno perfetto inizia da qui-Charlotte Lucas

Buona Domenica ❤

Manca solamente un giorno(nemmeno!),inizierà l’anno nuovo(già ti sto ansiando?😂)..e noi lo finiremo in bellezza con questa lettura del mese che è capitata “a fagiuolo”!

Il tuo anno perfetto inizia da qui-Charlotte Lucas
Il tuo anno perfetto inizia da qui-Charlotte Lucas-Amazon.it

Chiudi gli occhi e focalizza l’immagine: 1° Gennaio,strade deserte dopo la notte bagorda del 31 Dicembre, vai a correre come di consueto nel solito posto.

Trovi un sacchetto appeso al manubrio della tua bici, contenente un’agenda di pelle blu con scritto per ogni giorno a venire una cosa da fare, apparentemente inutile.

Un uomo misterioso che fissa il lago e pronuncia discorsi privi di significato, è l’unica presenza che si aggiri nei dintorni.

Ma chi ha messo lì quel sacchetto?Che sia stato scritto appositamente per te?

Così inizia l’avventura del rancoroso-per-qualsiasi-cosa Jonathan N. Grief.

Uno di quei pochi libri che è riuscito a farmi emozionare:ho riso,mi sono commossa, ho esclamato:”Vuoi vedere che..?!”

Perfetto da leggere prima di iniziare l’anno, ma a dire il vero, anche appena iniziato o addirittura durante.

Spero che lo apprezzerai quanto me e soprattutto, che ti dia la possibilità di iniziare l’anno 2019 con la giusta carica e positività per affrontare qualsiasi cosa ❤.

Ti auguro che “Il tuo anno perfetto inizi(a) da qui“!

A presto, Gio Notabuono • #datewithaunicorn

Wrap-Up Letture di Novembre 2018:L’arte della tazza perfetta, scienza e pratica del tè- Brian R. Keating e Kim Long

Ben trovat*!

Siamo giunti(ahimè) alla fine di questo mese(..ma quanto passa in fretta il tempo?!) e ho deciso di parlarti di un libro che tratta di come preparare al meglio una bevanda salutare, che scalda il corpo e l’anima e soprattutto alla portata di tutti: il tè.

L'arte della tazza perfetta, scienza e pratica del tè- Brian R. Keating e Kim Long
L’arte della tazza perfetta, scienza e pratica del tè- Brian R. Keating e Kim Long- Amazon.it

 

Tè nero, tè verde, tè bianco, tè oolong.. profumati, aromatizzati.. sapevi l’esistenza di queste varietà?Che ognuno di loro ha delle caratteristiche precise?Che richiedono tempi e temperature diverse per prepararlo al meglio, se non ottimo?

Io non lo sapevo! Mi limitavo a comprare le bustine,bollire l’acqua e inzupparle dentro come da istruzioni per il tempo necessario(e forse anche di più)!

Questo però, rovinava la qualità e mi portava a consumare solo infusi e tisane a causa del retrogusto amaro.

Il libro ti trasporta in un viaggio fatto di storia, cultura e ovviamente pratica per apprendere le tecniche della degustazione di questo prodotto, la modalità di preparazione e i vari accessori in commercio per un set adeguato alla magia di questo vero e proprio rituale.

Una volta finito, non resterà lì a prendere la polvere: per me è diventata “la bibbia”! Quando non ricordo qualcosa in particolare, zac! Leggo e eseguo😁

Troverai inoltre, una serie di pagine per fare le tue annotazioni, cosicché possa consultarlo velocemente!😉

Spero che ti piaccia il tè quanto alla sottoscritta! Altrimenti può essere un invito per un’esperienza unica per le tue papille gustative 😁

Quale miscela preferisci? Il mio è il Darjeeling 😉

A presto, Gio Notabuono• #datewithaunicorn

Wrap-Up Letture di Ottobre 2018: Le sorelle Donguri – Banana Yoshimoto

Buon Martedì!

Questo mese ho voluto leggere qualcosa di diverso dal tema bullet journal(se ti sei pers* i miei blog post a riguardo, trovi qui la risorsa e il Wrap-Up di Settembre 2018 🙂 ): “Le sorelle Donguri” di Banana Yoshimoto.

Le sorelle Donguri - Banana Yoshimoto
Le sorelle Donguri- Banana Yoshimoto – Amazon.it

E’ il primo che leggo di questa autrice e l’ho trovato casualmente sullo scaffale novità della biblioteca pubblica.

Il libro parla di due sorelle rimaste orfane, Guriko e Donko, che decidono di aprire un sito di “posta del cuore”.

L’intento è di permettere alle persone di rivelare i propri pensieri e le proprie paure senza aver timore del giudizio di chi le circonda.

Il testo è molto scorrevole(109 pagine comprese due di glossario), ma da quello che ho visto nelle recensioni di Goodreads, non è stato molto apprezzato rispetto ad altri titoli da lei scritti.

Ovviamente essendo per me il primo, non posso fare un paragone con gli altri, ma devo dire che è stato un testo molto insolito per me: a volte ho provato tristezza, a volte ansia, altre ho invidiato la protagonista quando riusciva ad “essere felice per le piccole cose e forse anche apparentemente “inutili”, nonostante i molteplici problemi che aveva dovuto affrontare e mi sono chiesta ripetutamente: “Come poteva esserlo?E’ possibile che succeda?”.

Un finale che non ha finale. La storia delle sorelle Donguri rimane in sospeso nel presente.
Mi auguro solo che avranno un futuro migliore(sì, perché per me adesso, sono diventate reali nella mia testa!).

Tu l’hai letto? Cosa ne pensi?

A presto, Gio Notabuono• #datewithaunicorn